EHEALTH4ALL, A ROMA IL 28 APRILE SFILANO LE APPS PER RENDERE LA SANITA’ PIU’ “ACCESSIBILE”

Si alza il sipario sulla seconda edizione del Premio eHealth4all, concorso dedicato alle migliori applicazioni digitali per la prevenzione. Le novità del mondo ICT per dispositivi fissi e mobili volte a rendere più agevole la vita ai cittadini saranno presentate a Roma giovedì 28 aprile in una manifestazione pubblica con esponenti del mondo politico e istituzionale in programma alla Biblioteca Nazionale (viale Castro Pretorio 105, ore 14.30). I progetti, selezionati dal Comitato Scientifico del Premio, saranno illustrati con brevi relazioni dai proponenti e potranno partecipare alla fase finale del concorso. Seguirà la valutazione “su strada” ad opera del Comitato Scientifico, formato da docenti ed esperti nazionali di economia, medicina e informatica; al termine del periodo sarà decretato il vincitore.

Supporto ai finalisti – La Fondazione Filarete, centro di eccellenza per il trasferimento di conoscenza e incubatore di startup – fondato dall’Università degli Studi di Milano, con Fondazione Cariplo, Intesa Sanpaolo e Camera di Commercio di Milano (Socio Cofondatore) – è entrata ufficialmente tra i Partner del Premio eHealth4all. Il suo ingresso testimonia la volontà degli organizzatori di far conoscere e diffondere le innovazioni sviluppate dai concorrenti, perché apportino immediate, ampie e durevoli ricadute per i cittadini italiani in termini di miglioramento della qualità di vita. Tutti i progetti partecipanti alla fase finale avranno la possibilità di seguire una sessione di pitch training e ricevere servizi di mentoring dedicato da parte di Fondazione Filarete, volti a migliorare la proposta progettuale sia dal punto di vista espositivo che tecnico in vista della finale. Avranno inoltre la possibilità di utilizzare la piattaforma cloud Azure di Microsoft.

Bando prolungato – A beneficio di Aziende, onlus, associazioni, Asl, ospedali, start-up, amministrazioni, e di chiunque volesse presentare una propria idea che coniuga informatica e servizi sanitari e sociosanitari, ricordiamo che c’è un pugno di giorni in più per rifinire i lavori ed iscriversi al Premio. I progetti possono ora essere spediti entro il 15 marzo ai due comitati organizzatori, il “milanese” (ClubTI@Assolombarda.it) e il “romano” (segreteria@cdti.org). Entro metà aprile saranno valutati dal comitato scientifico in base ad una griglia con sei macro-indicatori.

Attenzione ai più deboli – eHealth4all nasce per premiare la tecnologia legata alla prevenzione primaria, secondaria e terziaria: nell’intento degli organizzatori, l’ICTdeve aiutare a non ammalarsi, a prendere in tempo una patologia, a non farla tornare. Nel 2015, nell’ambito di un’edizione dedicata agli stili di vita e focalizzata su Expo 2015, trionfò l’app “social” degli studenti delle scuole dell’ambito dell’Asl Milano 2, ideatrice del progetto: gli allievi si scambiavano su smartphone consigli alimentari creando una rete di soggetti attenti ai suggerimenti dei clinici per migliorare la qualità di vita. In questo 2016, anno del Giubileo della Misericordia, gli organizzatori hanno deciso di attribuire un valore aggiunto alle applicazioni che dimostrino attenzione verso le categorie più deboli. I destinatari principali delle innovazioni ICT proposte sono anziani e bambini; persone con disabilità; pazienti affetti da depressione, disturbi dell’alimentazione e dell’area affettiva sociale, dipendenze; poveri, emigrati, rifugiati.

Pubblicato in News