La gestione dei pazienti infettati dal Covid-19 irrompe tra i temi della quarta edizione di eHealth4all. Il concorso ideato da ClubTi Milano, e organizzato per il periodo 2020-21 con CDTI Roma, AICA, Assintel e Distretto Produttivo dell’Informatica della Puglia, quest’anno pone in risalto anche la telemedicina: la gestione dei malati, anche infettivi, e delle complicanze da remoto riguarda almeno cinque progetti dei dieci selezionati dal comitato scientifico dopo un duro lavoro (la proroga a giugno concessa per l’invio delle domande ha consolidato il numero di candidature). Filo conduttore della manifestazione resta la prevenzione: primaria, sotto forma di screening, o di interventi contro la riacutizzazione di patologie. In questa edizione, spicca la prevenzione terziaria con i controlli e le app per disartria, riabilitazione plantare, follow up delle protesi d’anca. Resta infine protagonista il valore aggiunto rappresentato dalla qualità delle conoscenze informatiche. Tutti italiani i concorrenti: li conosceremo entro fine mese alla presentazione dei progetti, in programma a Roma. Tra i finalisti, sono rappresentati allo stesso modo aziende Ict, regioni, ospedali, atenei e servizi di telemedicina, con due progetti ciascuno. Vengono da aree di Nord e Sud coinvolte in forti processi di informatizzazione: sono lombardi 4 selezionati, 3 vengono dalla Puglia, 2 dall’Emilia Romagna e uno dalle Marche. Eccoli in ordine alfabetico:

ADIGest, dell’omonima azienda di Brindisi, mette in rete per teleconsulti pazienti in assistenza domiciliare integrata per varie patologie croniche e mira ad ottimizzare apporti dei professionisti, monitoraggi ed efficacia degli interventi di prevenzione o atti a migliorare la qualità di vita.

Assessment Management & Pdta Analyzer, a cura dell’Irccs Maugeri di Pavia, è un sistema valutativo integrato per monitorare la riabilitazione dei post-acuti, sperimentato ad esempio su portatori di protesi d’anca, basato su un’app per tablet che rileva i parametri e su un applicativo per pc che analizza i dati rilevati per eventuale adeguamento dei trattamenti.

Covid Feel Good dell’Istituto Auxologico di Milano è un protocollo di auto-aiuto che utilizza la realtà virtuale – un “Giardino segreto” – per combattere il disagio psicologico generato dal Covid-19 nei pazienti ammalati o portatori di danni post-infezione, anche permanenti

eLifeCare di Exprivia, Bari, è una piattaforma per garantire da remoto, attraverso una centrale operativa che coordina più professionisti, visite a domicilio, consulti e monitoraggi di parametri a distanza, e per la teleassistenza che prefigura interventi di assistenti domiciliari; il paziente può chiedere consulti online, ottenerli, caricare suoi documenti.

e-steps di Nidhal Louhichi (Bologna) è un plantare “smart” per i percorsi riabilitativi dei pazienti. Inserito nelle scarpe, il dispositivo fa in modo che i parametri rilevati arrivino allo smart-phone ed è alimentato da un sistema brevettato che ricava energia dal passo dell’utilizzatore.

InTakeCare, del Dipartimento di Bioingegneria del Politecnico di Milano, offre soluzioni di monitoraggio smart, passivo (Pill in action per cronici) ed attivo (Pill-Pic a cura di chi segue disabili) per aumentare l’aderenza alle terapie. La sperimentazione avviene in questa fase su soggetti che curano l’ipertensione con pillole o compresse

MyCupMarche della Regione Marche comprende la gestione su telefono cellulare delle prenotazioni di visite ed esami, delle vaccinazioni e degli screening, fino all’orientamento nella struttura ospedaliera, per evitare spostamenti inutili per prenotazioni ed accettazione

Progetto Regionale di Telemedicina, della Regione Emilia Romagna, consente l’implementazione di servizi di telemedicina nelle case della salute delle aree montane appenniniche e si rivolge a pazienti cronici affetti da diabete mellito, scompenso cardiaco e broncopneumopatia ostruttiva

Save di Health Telematic Network di Brescia prevede il monitoraggio e l’archiviazione sia in cloud sia su telefonino di parametri vitali – saturazione, glicemia, pressione, body mass index, fino all’elettrocardiogramma– con applicativo per iOS o Android. Federfarma Lombardia proporrà alle farmacie associate di coinvolgere utenti con patologie croniche sospette od acclarate.

Voice Analysis di One Health Vision (Lecce) è un assistente riabilitativo per chi soffre di disturbi del linguaggio – balbuzie, tachilalia, disfonia – e di disordini dell’articolazione dell’eloquio (disartria) , finalizzato a prevenire i Disturbi Specifici di Apprendimento; tra gli obiettivi, sviluppare la consapevolezza fonemica prima dell’insegnamento formale di lettura e scrittura.

 

 

Lascia un commento