Più startup e progetti più eterogenei: nel pianeta eHealth4all la prevenzione si evolve

Dieci progetti “smart”, centrati su un valore aggiunto tecnologico superiore a quello richiesto in passato, e soprattutto molto diversi tra loro: sono le prime indiscrezioni dal comitato organizzativo sui candidati alla vittoria finale del premio eHealth4all. La presentazione è in programma il 10 maggio a Roma in Campidoglio all’incontro “Tecnologie e soluzioni per la salute di oggi e di domani” organizzato da Club Tecnologie dell’Informazione – Milano, Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico (AICA) e Club Dirigenti Tecnologie dell’Informazione-CDTI di Roma. Tra i “papabili” per la vittoria, sono rappresentati progetti per migliorare gli stili di vita, apps che migliorano l’aderenza dei pazienti alle terapie, dispositivi per la disabilità, meccanismi di monitoraggio di pazienti neurologici, trapiantati, oncologici, modelli di riabilitazione domiciliare e sistemi informativi per migliorare il rapporto cittadino-Pubblica amministrazione.
«Dei 25 elaborati arrivati alla selezione del Comitato Scientifico ci aveva colpito la capacità, più che nelle scorse edizioni, di rappresentare tutta Italia», dice Ornella Fouillouze vicepresidente Club Tecnologie dell’Informazione – Milano che ha ideato la manifestazione nel 2013. «Dieci partecipanti vengono dalla Lombardia, 4 dalla Puglia, 3 dal Lazio, 2 dal Trentino e con un progetto a testa hanno, “virtualmente” o anche attivamente, partecipato Liguria, Basilicata, Campania, Toscana e Veneto». «Rispetto agli anni scorsi stavolta si osserva anche una prevalenza di aziende ICT tra i proponenti, laddove in passato prevalevano Asl e Regioni», aggiunge Anna Verrini rappresentante AICA nel comitato organizzativo. «La Pa è comunque molto ben rappresentata, a mio modo di vedere anche tra i finalisti». Un cenno infine al convegno di Roma, in programma dalle 14.30 del 10 maggio. «Sarà l’occasione per fare un punto sulla telemedicina in Italia e sul Regolamento europeo sulla Privacy che entrerà in vigore nei Ventisette stati comunitari il 25 maggio», spiega Luciano De Biase membro del comitato organizzativo CDTI Roma. «Dalle 16.45 si entrerà nel vivo di questa Terza Edizione del Premio eHealth4all con le presentazioni dei dieci finalisti».

Lascia un commento